I disegni sono uno dei prodotti più affascinanti che abbiamo per conoscere meglio i nostri piccoli. Essi ci possono raccontare molto dei loro vissuti e delle loro emozioni. Tutti i disegni dei bambini destano molto interesse. Tra questi, sicuramente il disegno della figura umana e il disegno della famiglia  sono quelli più diffusi. Il disegno della figura umana, in particolare, risulta un test molto importante per darci informazioni sul bambino, perché nella rappresentazione il piccolo proietta parte di sè.

 

DISEGNO DELLA FIGURA UMANA: LE FASI DI SVILUPPO

Come per tutte le altre attività, anche l’abilità grafico-pittorica segue un’evoluzione, legata anche allo sviluppo intellettivo del bambino. In particolare, anche il disegno della figura umana evolve nel tempo, diventando sempre più definita e precisa. E’ possibile rintracciare 4 stadi di sviluppo comuni nei bambini, di durata variabile.

Essi sono:

  • 0-2 anni: fase dello scarabocchio. Il primo disegno della figura umana consiste in forme indipendenti rispetto al significato.

 

  • 2-3 anni: fase dell’Omino Testone. In questa fase il disegno della figura umana è costituito da una grande testa, a cui vengono attaccate braccia e gambe. Il tronco non viene rappresentato.

 

  • 3-4 anni. A partire da quest’età compare il tronco, che va a unire la testa alle braccia e alle gambe.

 

  • 5-8 anni. In questa fase di sviluppo sono ben distinguibili le varie parti della figura. Il disegno diventa sempre più ricco di dettagli. Tra questi, compaiono le mani, i piedi, le sopracciglia e gli elementi dell’abbigliamento.

 

  • 8-9 anni. A quest’età Il disegno della figura umana è completo. Compaiono le spalle, e  l’immagine solitamente è rappresentata frontalmente, in maniera statica. Con il progredire dell’età aumenta il movimento (la persona viene disegnata mentre compie un’azione) e la rappresentazione di profilo.

 

COSA CI PUO’ DIRE IL DISEGNO DELLA FIGURA UMANA?

Quando si chiede a un bambino di disegnare una persona si lascia la libertà di rappresentare l’omino che preferisce. In particolare, si attivano dei meccanismi per cui la figura umana che disegna è ricca di significato e può rappresentare:

  • sé stesso, cioè il suo autoritratto;
  • io suo Ideale dell’Io, in cui proietta i propri bisogni e desideri;
  • una figura significativa a livello emotivo.

Ovviamente questa lettura non può essere univoca. La lettura del disegno può essere uno strumento utile per riflettere. Esso può offrire spunti per osservare il proprio bambino in maniera più attenta e partecipe. Ovviamente il disegno deve essere osservato sempre tenendo conto della storia del bambino e della sua unicità.

Il disegno della figura umana

DISEGNO DELLA FIGURA UMANA: GLI ASPETTI GRAFICI DA OSSERVARE

Quando ai bambini viene richiesto di disegnare una figura umana, occorre prestare attenzione a molti aspetti. Molte informazioni ci vengono date dagli aspetti grafici del disegno, come:

  • la dimensione della figura rappresentata;
  • la collocazione nel foglio;
  • il tratto con cui viene realizzato il disegno;
  • i colori utilizzati;
  • la presenza di ombreggiature;
  • la trasparenza;
  • il movimento o la rigidità della rappresentazione;
  • la presenza di figure schematiche.

 

Anche il tempo di esecuzione e l’ordine con cui vengono disegnate le varie parti del corpo sono elementi interessanti da tenere in considerazione.

 

DISEGNO DELLA FIGURA UMANA: I CONTENUTI

Oltre agli aspetti grafici, è interessanti osservare il contenuto del disegno della figura umana. La rappresentazione delle varie parti del corpo, infatti, possono essere un’interessante fonte di riflessioni. In particolare, si può prestare attenzione a:

  • testa
  • occhi
  • bocca
  • naso
  • orecchie
  • capelli
  • ciglia
  • collo
  • braccia
  • mani
  • caratteri sessuali
  • abbigliamento e accessori

 

La lettura dei contenuti del disegno della figura umana non è semplice. Ogni parte del corpo può offrire spunti di riflessione, ma deve essere fatta con estrema cautela. Si può, ad esempio, prestare attenzione alle dimensioni delle varie parti del corpo, alla loro proporzione e al modo come vengono rappresentate. Non è possibile dare una lettura univoca al significato delle diverse parti del corpo, anche se ovviamente è possibile rintracciare alcuni temi ricorrenti. Allo stesso tempo, però, è fondamentale leggere i disegni dei bambini sempre considerando la loro storia personale e di sviluppo.

 

DOTT.SSA ANNABELL SARPATO

 

 

Commenti