Cosa non dire ai bambini: le frasi che possono minare l’autostima

Cosa non dire ai bambini

Le frasi da non dire ai bambini – SCARICA IL PDF.

Si parla spesso di cosa dire ai bambini. Molte volte ci si concentra sulle frasi da dire per permettere loro di comprendere i propri errori senza minare la fiducia in loro stessi. Altre volte per aiutarli a capire come migliorare il loro comportamento. Altre volte ancora, invece, per aiutarli a rafforzare la loro autostima. E’ molto importante, infatti, dedicare del tempo a riflettere su quali parole dire ai bambini per permettere loro di crescere sereni e sicuri di sè. E’ altresì importante, però, riflettere anche su cosa non dire ai bambini.

Cosa non dire ai bambini? Ci sono molte frasi che, complice la frenesia della quotidianità, possono scappare a ognuno di noi. Può capitare per la fretta: spesso sono frasi di uso comune che sono molto diffuse, anche culturalmente. Altre volte, invece, capita perché si è molto arrabbiati. Ancora, perché non si pensa agli effetti che queste parole possono avere sui più piccoli. L’obiettivo in questa intervista, rilasciata per la rivista MammaMag, è proprio quello di riflettere su quelle frasi che scappano dalla bocca di tutti noi, ma che, a lungo andare, non fanno bene ai più piccoli.

COSA NON DIRE AI BAMBINI: LE FRASI CHE E’ MEGLIO EVITARE

E’ importante riflettere su cosa non dire ai bambini, per evitare di installare in loro sensi di colpa o pregiudizi controproducenti. Le parole che si usano sono molto importanti, anche quando parliamo con i bambini. Ciò che diciamo ai più piccoli, infatti, risuona e va a definire le persone che sono. Per questo occorre prestare attenzione ai significati che queste parole possono avere per i bambini. Ovviamente a tutti possono scappare queste frasi. Quello che è importante, però, è evitare che esse diventino la quotidianità nel dialogo con i bambini. Inoltre, se ci si rende conto di aver detto una cosa fuori luogo, può essere utile spiegarlo ai bambini.

  • COME SEI CAPRICCIOSO. I capricci sono il tentativo dei bambini di protestare di fronte alle regole e ai no del mondo adulto. E’ attraverso queste proteste che il bambino cresce e si costruisce il proprio spazio nel mondo. Compito dell’adulto, in maniera complementare, è quello di contenere le proteste e mantenere la regola. Dicendo al bambino frasi del tipo “Come sei capriccioso” si rischia, quindi, di far passare il messaggio che è il bambino a essere sbagliato. In realtà, quello che può essere utile evidenziare è l’atteggiamento del bambino. Per questo può essere utile sostituire questa frase con altre del tipo “Oggi stai facendo davvero molto capricci”. “Come sei capriccioso”, al contrario, se ripetuta nel tempo, rischia di minare l’immagine che il bambino ha di sè.

 

  • CON TUTTO QUELLO CHE FACCIAMO PER TE. Questa frase ha la capacità di innescare senso di colpa nel bambino. Inoltre, rischia di far sentire il piccolo inferiore alle aspettative che abbiamo verso di lui. Se ci pensiamo bene, inoltre, questa frase è esclusivamente punitiva e ricattatoria, perché non dice al bambino cosa fare o quale comportamento incrementare.

 

  • NON ESSERE TRISTE.

 

  • NON FARE LA FEMMINUCCIA oppure NON FARE IL MASCHIACCIO, oltre gli stereotipi di genere

 

  • GLI ALTRI NON FANNO COSì. No paragoni, non aiutano a incentivare e a spronare. con i fratelli o con i compagni di scuola. senso di inferiorità e rivalità con i coetanei. confronti costruttivi sui comportamenti da adottare, non sui bambini ini.

Come detto non è la frase di per sé, che può scappare a tutti, ma se ripetuta nel tempo.

 

DOTT.SSA ANNABELL SARPATO

 

Commenti